Vecchi amici che ritornano e sono ancora gli amici di sempre. Abbiamo visto salire il Tevere. Abbiamo visto i barconi innalzarsi sopra la linea degli argini. Erano bianchi e maestosi, in mezzo alla corrente di fango e alberi trascinati. Abbiamo visto François Cavanna sparire dietro l’angolo e Truman Capote morire per la seconda volta. Accanto a noi, davanti al fiume gonfio, c’erano i vecchi amici.

Una volta, uno scrittore che sapeva che di lì a qualche anno sarebbe morto fece questa confessione a una giornalista di El Mercurio: "Tra un viaggio intorno al mondo e una grande biblioteca, io scelgo la biblioteca". In un modo o nell'altro, con quella frase, lo scrittore ammetteva di essere ancora affamato, di non accontentarsi di una sola vita - per quanto si trattasse di una vita piuttosto rocambolesca - e di confidare ancora nella possibilità di vivere numerose volte prima della fine.

Il “Fantastico” nella narrazione orale della mia borgata era un tizio basso e tracagnotto, puramente muscoloso nonostante la pancia, silenzioso e forte. Un grosso tatuaggio tingeva la schiena del "Fantastico": drakkar vichinghi in assetto da guerra, era possibile ammirarlo soprattutto d’estate, quando a torso nudo attraversa in bicicletta il centro. Il “Fantastico” aveva ucciso un uomo a mani nude, lottato con due pitbull senza protezioni e risposto all’assalto di una volante della polizia lanciando stellette ninja e aprendosi un varco con un machete dorato. Il “Fantastico”, per questo, veniva chiamato anche il “Ninja” o il “Boscaiolo”.

Abbiamo atteso alcuni giorni prima di far uscire l'editoriale di giugno, l'attesa è stata lautamente ricompensata, possiamo finalmente svelare dove, dal 19 al 22 settembre 2013, si svolgerà la seconda edizione del FLEP!, il Festival delle Letterature Popolari.

Quindi è con grande gioia che annunciamo che l'edizione 2013 del nostro festival si avvarrà di una delle cornici storico/naturalistiche più belle di Roma, si tratta dell'Aranciera Semenzaio di San Sisto, in via delle Camene 11, proprio di fronte alle terme di Caracalla.

L'aranciera è costituita da un'enorme serra circondata da un curatissimo parco verde.
Questo, quindi sarà un editoriale diverso, un editoriale per immagini, le immagini del nostro luogo, del luogo epico dove si svolgerà la seconda edizione del Flep!

«Grande disordine sotto il cielo: la situazione è eccellente», una bella frase, non c’è che dire, ad effetto, quella di Mao Tse-tung; un pensiero che sembra ben aderire ai nostri giorni, così suggestivo da lasciarci pensare ad un amplio raggio di azione,  a un momento storico nel quale possiamo essere i primi artefici del cambiamento, a uno spazio dove poter coltivare speranze. Una bella frase se non stessimo assistendo ancora una volta al vuoto e all’inanità delle parole.

C'eravamo Tanto aRmati - TerraNullius.it: storia diacronica di una decade

Quasi dieci. Una rubrica propedeutica ai festeggiamenti che saranno. Attraverso documenti, immagini, articoli, raccontiamo l'eterno ritorno di ciò che è stato. Una rubrica che non può e non vuole essere la summa di tutto quello che TerraNullius rappresenta. Granelli di sabbia, quanto basta.

2011: Anno epico

La primavera ha fretta e la primavera è lontana. Da qualche parte esiste un tempo in cui «scriveremo con naturalezza e a pieno diritto», diceva Cortázar. Alla sua morte, nel 1984, coricato in un letto che non riusciva a contenerlo, l’argentino scoprì quello che in fondo aveva sempre sospettato, ovvero che la naturalezza e il diritto non esistono, e che la primavera ha fretta, ma la primavera è lontana.