«Quegli occhi mi avrebbero ricordato il perché, avrebbero raccontato una storia che non si può raccomntare, qualcosa che nessun uomo avrebbe la forza di dire o ripetere, la follia di uno solo in un solo giorno».

Il 19 febbraio 1988, in una discarica a due passi da via della Magliana, a Roma, viene trovato un corpo carbonizzato e orrendamente mutilato. Appartiene a un ex pugile di 27 anni. Per il suo barbaro assassinio verrà condannato un tolettatore di cani, detto "Er Canaro" a lungo perseguitato e umiliato dalla vittima. Si compie così la parabola del debole Davide che si rivolta contro Golia il gigante: il più delirante omicidio mai riportato dalle cronache, un delitto senza termini di paragone nella letteratura criminale italiana. Fin dal primo giorno di carcere il Canaro della Magliana inizia a scrivere un memoriale. Vuole comporre il romanzo della sua vita e consegna le prime pagine al magistrato credendo che tutti debbano sapere come ciò che ha fatto non sia altro che la storia di una giusta vendetta. 
Luca Moretti completa le sparute pagine di quel memoriale grazie a una lunga ricerca documentale, all’analisi di tutti gli atti del processo, a interviste fatte nel corso degli anni ai protagonisti e a una rassegna stampa completa e serrata. Il risultato è il libro che avete tra le mani. Tutta la verità sul delitto della Magliana. O, detto in altri termini, tutto ciò che il Canaro avrebbe voluto raccontare in un romanzo che – almeno fino a oggi– non ha terminato di scrivere mai.

IL CANARO Magliana 1988: storia di una vendetta
Luca Moretti
Red Star Press - Isbn: 9788867180042
> Primo capitolo
> Press
> Acquista il libro