TerraNullius

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Rubriche Bloodbath
Bloodbath

Editoria, movimento, copyleft e guerra permanente.

Filtro titolo     Mostra # 
# Titolo articolo
1 Io, mammeta e tu - Luca Moretti
2 Contro la teorie delle mele marce - C. Armati
3 Literatures inna yard - Da dove veniamo
4 La Crisi - Toni Bruno
5 Chi fa piangere la Madonna - "la Repubblica" e il respiro interrotto del Popolo
6 Macelleria Sociale - M. Di Domenico & G. Rosone
7 Fiera della Piccola e Media Editoria. Un Manuale Sintetico
8 L’editoria a pagamento spiegata ai fagiani - Luca Moretti
9 Libri a km 0. La pratica che resiste all’appropriazione dialettica - Luca Moretti
10 Giordano Bruno e il buco in mezzo alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma - Pier Paolo Di Mino
11 Monti e le brioches. Domani non andate a lavoro - Pier Paolo Di Mino
12 Intellettuali 2.0, l'esistenza finzionale - Luca Moretti
13 Licenze 4.0: pubblicato il primo draft della licenza BY-NC-SA
14 L’estasi del supporto e la moltitudine volgare – Luca Moretti
15 "Diffidare delle imitazioni" - Angelo Zabaglio
16 Resistere e Risorgere: un incontro con Ascanio Celestini- Massimiliano e Pier Paolo Di Mino
17 Clean living under difficult circumstances: lo stile come forma di resistenza
18 Compagna luna: il ricordo di chi non c'era - L. Moretti e M. Di Domenico
19 Stefano Cucchi: tanto rumore per nulla - Luca Moretti
20 Della terra epica - Luca Moretti
21 Una didascalia senza foto - Luca Moretti
22 H come Hitler - Pier Paolo Di Mino
 

«Iervolino ha trovato la chiave adatta a tramandare una leggenda»
Malcom Pagani, Il Fatto Quotidiano

«Lorenzo Iervolino con Un giorno triste così felice ci fa viaggiare nei luoghi e nelle idee di un’epoca alimentata da un’energia gioiosa e sovversiva».
Gabriele Santoro, minima&moralia

Follow Me on Pinterest

Audioteque


 

NARRAZIONI DI POPOLO

Editoriali

I mondiali di calcio della FIFA sono alle porte, i cambiamenti ad ogni livello nel paese che li ospita – il Brasile – sono enormi e in alcuni casi catastrofici. Anche i mondiali antirazzisti sono alle porte e li ospiterà proprio l’Italia e in questo caso, l’attesa e la gioia per questo torneo sono un manifesto di solidarietà e integrazione.

Leggi tutto...