TerraNullius

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
TerraNullius

Una didascalia senza foto - Luca Moretti

E-mail Stampa PDF

Leggerete allora una didascalia, lunga, senza foto. Una violenza per la vostra immaginazione, un sopruso all'intelletto, la perfetta identificazione tra oggetto non dialogico della narrazione e narrazione stessa: la storia di una violenza, appunto.

La didascalia aggiunge significato a qualcosa che altrimenti ne soffrirebbe, in questo caso essa sostituisce in toto il “racconto”: si trasforma da “dichiarazione non dialogica” in effetto puro del reale, racconto verisimigliante quindi e manzoniano.

 

Epistrofe - Luciano Funetta

E-mail Stampa PDF

 

 

 

Thelonious Monk – piano

Charlie Rouse – sax tenore

Larry Gales – contrabbasso

Ben Riley - batteria

Thelonious Monk Quartet, live in Poland, 1966

 

 

Incontro con Giovanni Greco

E-mail Stampa PDF

Malacrianza è tutto quello che il mondo adulto respinge, condanna o sfrutta del mondo dell’infanzia. È come la memoria tradita della propria infanzia, come una favola nera che tutto avvolge e riscrive. È il bambino che si mette le dita nel naso, la bambina che allegramente ruba o quella che tristemente si prostituisce, ragazzini violenti che in Sud America si difendono dal potere violento che li usa, i bambini che esercitano l’arte di arrangiarsi in qualche paese dell’Est o nel mondo arabo, è una leggenda indiana e una nuova vita che verrà. Malacrianza mette in fila vicende ‘esemplari’ di sopraffazioni e di piccole solidarietà, di soprusi e di sogni disposti a tutto per potersi avverare.


In occasione della seconda edizione del Festival delle Letterature Popolari, Luca Moretti ha incontrato Giovanni Greco autore di "Malacrianza".

 

Noè o del fecondo stato di morte - Massimiliano Di Mino

E-mail Stampa PDF

Volete ora voi veramente camminare a fianco di Dio? Farvi complici? Obbedire ai suoi capricci? Sentire lui con il vostro cuore umano? Dio è pur sempre un dio.

Volete farvi pazzi per divertire la sua vista? Volete esser traditi e tradire i vostri figli, la vostra gente?

A Dio non bastava più far lavorare con fatica e partorire con dolore questa creatura, che (diceva lui) aveva fatto a sua immagine e somiglianza, no, lui il signore,“disponeva di innumerevoli mezzi per perdere l’umanità”.

Questo all’incirca doveva pensare, o meglio ricordare il Noè che ci presenta Mario Brelich nel suo Il navigatore del diluvio .

 

Editoriale Giugno 2014 - TN per il calcio popolare

E-mail Stampa PDF

I mondiali di calcio della FIFA sono alle porte, i cambiamenti ad ogni livello nel paese che li ospita – il Brasile – sono enormi e in alcuni casi catastrofici. Anche i mondiali antirazzisti sono alle porte e li ospiterà proprio l’Italia e in questo caso, l’attesa e la gioia per questo torneo sono un manifesto di solidarietà e integrazione.

 


Pagina 10 di 74

«Iervolino ha trovato la chiave adatta a tramandare una leggenda»
Malcom Pagani, Il Fatto Quotidiano

«Lorenzo Iervolino con Un giorno triste così felice ci fa viaggiare nei luoghi e nelle idee di un’epoca alimentata da un’energia gioiosa e sovversiva».
Gabriele Santoro, minima&moralia

Follow Me on Pinterest

Audioteque


 

NARRAZIONI DI POPOLO

Editoriali

I mondiali di calcio della FIFA sono alle porte, i cambiamenti ad ogni livello nel paese che li ospita – il Brasile – sono enormi e in alcuni casi catastrofici. Anche i mondiali antirazzisti sono alle porte e li ospiterà proprio l’Italia e in questo caso, l’attesa e la gioia per questo torneo sono un manifesto di solidarietà e integrazione.

Leggi tutto...