TerraNullius

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
TerraNullius

SÓCRATES 60 Vivere ogni giorno come fosse l’ultimo - L. Iervolino

E-mail Stampa PDF

In attesa dell’uscita di Un giorno triste così felice. Sócrates e la Democrazia corinthiana (66thand2nd) di Lorenzo Iervolino, un omaggio a Sócrates Brasileiro, calciatore, medico, rivoluzionario: cittadino onorario della nazione degli eterni.

Fernando Kaxassa ha i capelli corti, la camicia fuori dai pantaloni, il viso segnato da una notte ristretta dalle riunioni – mi dice – e dagli appuntamenti del primo mattino. Da più di mezz’ora siamo appoggiati al bancone del bar all’ingresso del cinema Cauím, ma solo adesso ho l’impressione che da molto tempo, forse, nessuno lo costringa a ricordare, a tornare indietro, a grattare la superficie ruvida del dolore. Io e Salua lo stiamo ad ascoltare, nascosti in quello che era il loro angolo preferito, dove si rintanavano per parlare di tutto tranne che di calcio. Proprio lì, appoggiati su quel bancone costruito all’altezza giusta per arrivare al gomito di Sócrates, perché così lui poteva bere come gli piaceva, in piedi, e mentre parlava con la gente.

 

Mai Morti #17 - Domenico Caringella

E-mail Stampa PDF

Mai morti è una rubrica di TerraNullius. Mai morti è un libro pubblicato da Dissensi Edizioni nel 2012, a cura di Marco Lupo e Luca Moretti, prefazione di Giancarlo De Cataldo.

I coccodrilli di morti suicidi o morti di fame o morti di noia ritornano nella rete. Che il loro spirito possa strisciare nelle nostre carcasse biodinamiche.

I Mai morti sono bastardi del tempo che hanno vissuto, figli di una letteratura minore. Sono famosi o non lo sono. Sono esistiti o non lo sono. Sono scrittori o imbianchini, sono stati punti neri sulla scacchiera bianca o sono stati al margine, non importa.

Oggi è la volta di Matthias Sindelar, Ernest Otton Wilimowski e Hermann Graf, riesumati da Domenico Caringella.

 

 

Editoriale Marzo 2014 - Scrittori Precari: dieci motivi per chiudere

E-mail Stampa PDF

Sarà allora un editoriale diverso. Non i progetti che ci sono in ballo su TerraNullius, i libri cui stiamo lavorando, alcuni di imminente uscita o le nuove rubriche; occorre invece confondere marzo con le pecore. Domani chiuderà “Scrittori Precari”, l’esperienza/blog/reading collettaneo, che per più di cinque anni ha coinvolto persone a noi care e che, d’ora in poi, sullo scambio di messaggi che segue, dato che non ho mai sopportato l’appellativo che s’erano dati, semplificheremo in “I Precari”.

 

Bestiario # 4 Omnibus - Miriam Di Domenico

E-mail Stampa PDF

Per il quarto appuntamento con l'omaggio a "Bestiario" di Cortázar, Miriam Di Domenico ci invita con il suo lavoro a curiosare tra le pagine del racconto "Omnibus".

Miriam Di Domenico nasce a Campobasso il 30 agosto 1985. Lavora come fotografa freelance. Il progetto “Intrappolati nel sentimento del tempo”, presentato al Festival Occhi Rossi  2011,  segna il suo esordio nel mondo della fotografia. Ha partecipato all’ Autumn Contamination – Contemporary arts festival 2011 e al Festival Occhi Rossi 2013. Nel 2013 insieme alla Factory Altrarte Melappioni ha partecipato alla Performance “All’ombra delle fanciulle in fiore”, Mostra “Origini” e al Weekend’arte.

Dal 2012 fa parte della Redazione di TerraNullius.

 

#11 Città di sabbia - Alessandra Dinatolo

E-mail Stampa PDF

Un viaggio iniziato per caso.

Nelle Città di Sabbia le dune e il tramonto sono strade, parchi, edifici, centri e periferie. L'orientamento è regolato da un meccanismo interiore. Tutto è sottomesso alla lentezza e nell'aria liquida restano impressi i gesti dei secoli, i volti segnati dal vento di sabbia. Anche di notte si allungano ombre, come fumi che strisciano dal passato.

 


Pagina 10 di 70

 

NARRAZIONI DI POPOLO

Editoriali

Succede di accendersi di passioni all’inizio di un anno, di una stagione o al passar di una stella.

Succede di sentirsi posseduti da un volere, custodi di preziosi e mai sopiti intendimenti.

Sarà per senso del dovere, o forse la parola giusta è smania. E altri ancora potrebbero vedere questo rinnovato patto con i propri sogni dettato dalla paura o dall’adrenalina.

Leggi tutto...

Audioteque