TerraNullius

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
TerraNullius

Libri al Popolo! 2014 - Gli scatti di Miriam Di Domenico

E-mail Stampa PDF

Venerdì 10 gennaio abbiamo rovesciato gran parte della nostra biblioteca in via degli Etruschi a San Lorenzo, davanti al Sally Brown.
Erano libri che avevamo comprato, rubato, scritto; libri che ci avevano spedito, che avevamo recensito, che non avevamo letto o che avevamo amato alla follia.
Erano libri vivi, privi di quella polvere, dell'immobilità che precede la morte.

Erano e sono LIBRI AL POPOLO!

 

Luca Moretti vs Roberto Mandracchia - Vita, Morte e Miracoli

E-mail Stampa PDF

Mia sorella ha indicato con la testa le lapidi davanti a noi con sopra le foto dei nostri genitori e dei nostri nonni.
Cusa pensano de noi, mi ha chiesto.
Che siamo ancora vivi, le ho risposto.

Luca Moretti intervista Roberto Mandracchia, autore del romanzo "Vita, Morte e Miracoli" edito da Baldini & Castoldi.
Passeggiando tra le lapidi del cimitero Acattolico di Roma due amici discorrono di epica, eroi, Unità, Superstizione, lingue fior di conio e tanto altro.

Un video di Walter Paradiso

 

Dopo 70 anni, Partigiani sempre! - La Staffetta

E-mail Stampa PDF

La Staffetta è il nostro format di radioracconti, un'incursione nei sussulti delle piccole storie avvolte tra le pieghe del largo manto della Storia. In queste incursioni ci soffermiamo sugli sguardi, le parole e le azioni di uomini e donne - di ribelli - per i quali termini come vivere, combattere e sperare hanno avuto lo stesso significato.

Il titolo della trasmissione è, da parte nostra, una sentita dedica alle staffette partigiane, pensando che le storie ribelli possano arrivare a voi come un messaggio prezioso da custodire. Così, con i nostri radioracconti, vogliamo ricordare il loro sacrificio.

 

Mai Morti #18 Gioacchino Lonobile

E-mail Stampa PDF

Mai morti è una rubrica di TerraNullius. Mai morti è un libro pubblicato da Dissensi Edizioni nel 2012, a cura di Marco Lupo e Luca Moretti, prefazione di Giancarlo De Cataldo.
I coccodrilli di morti suicidi o morti di fame o morti di noia ritornano nella rete. Che il loro spirito possa strisciare nelle nostre carcasse biodinamiche.
I Mai morti sono bastardi del tempo che hanno vissuto, figli di una letteratura minore. Sono famosi o non lo sono. Sono esistiti o non lo sono. Sono scrittori o imbianchini, sono stati punti neri sulla scacchiera bianca o sono stati al margine, non importa.

Oggi è la volta di August Ferdinand Möbius, Johann Sebastian Bach e Jean Giraud riesumati da Gioacchino Lonobile.

 

 

H come Hitler - Pier Paolo Di Mino

E-mail Stampa PDF

Premessa

Hitler per noi è destino. Hitler per noi è destino perché incarna quello che noi reputiamo essere il nostro destino.

Per capire quale idea abbiamo del nostro destino non bisogna fare una grande fatica, perché lo sappiamo tutti che questo destino ha avuto inizio con la cacciata dal paradiso terrestre, e cioè quella storia che l’uomo ha rubato il pomo dell’albero della conoscenza e Dio si è paternamente adirato: e cioè la storia di come l’uomo per diventare onnisciente tale e quale a Dio ha sacrificato una parte di sé, quella felicità del corpo, quel paradiso terrigno che abbiamo in noi, e il cui olocausto ci ha intossicato dell’idea di essere come Dio, onniscienti.

Insomma, noi crediamo che per stare bene dobbiamo essere come Dio, che questo è il nostro migliore destino: che il nostro migliore destino è rinunciare alla felicità del corpo per essere onniscienti.

 


Pagina 3 di 74

«Iervolino ha trovato la chiave adatta a tramandare una leggenda»
Malcom Pagani, Il Fatto Quotidiano

«Lorenzo Iervolino con Un giorno triste così felice ci fa viaggiare nei luoghi e nelle idee di un’epoca alimentata da un’energia gioiosa e sovversiva».
Gabriele Santoro, minima&moralia

Follow Me on Pinterest

Audioteque


 

NARRAZIONI DI POPOLO

Editoriali

I mondiali di calcio della FIFA sono alle porte, i cambiamenti ad ogni livello nel paese che li ospita – il Brasile – sono enormi e in alcuni casi catastrofici. Anche i mondiali antirazzisti sono alle porte e li ospiterà proprio l’Italia e in questo caso, l’attesa e la gioia per questo torneo sono un manifesto di solidarietà e integrazione.

Leggi tutto...